Consensi e critiche alla modernizzazione del registro di commercio

Berna, 23.10.2013 - Dalla procedura di consultazione sulle proposte di modifica del registro di commercio e della legge sui revisori sono emersi pareri contrastanti. L’introduzione del numero AVS e del registro di riferimento delle persone ha riscosso un chiaro consenso, mentre solamente la metà dei partecipanti si è detta favorevole a un registro di commercio nazionale. Mercoledì il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di elaborare un messaggio tenendo conto delle critiche espresse.

Due terzi dei partecipanti alla consultazione concordano sul fatto che l'introduzione di un registro di riferimento delle persone per scopi amministrativi interni e del numero AVS come identificatore delle persone migliori sensibilmente la certezza del diritto in merito alle persone fisiche iscritte nel registro di commercio. La prevista creazione di un registro di commercio nazionale non ha invece incontrato un largo consenso. In alternativa a un'ampia banca dati centrale è pertanto al vaglio, oltre all'ampliamento dell'indice centrale delle ditte (Zefix ), anche lo sviluppo di un cosiddetto "registro centrale di riferimento": lo scopo è quello di migliorare l'aggiornamento dei dati del registro di commercio. Il "registro centrale di riferimento" dovrà essere a disposizione soprattutto degli uffici cantonali del registro di commercio.

L'obbligo dell'atto pubblico per le società con strutture semplici sarà mantenuto, visto il netto rifiuto con cui i partecipanti alla consultazione hanno accolto la proposta di sopprimerlo. La costituzione di società di capitali continua a richiedere l'intervento di un notaio.

Le reazioni alle prescrizioni sulla garanzia della qualità nelle imprese di revisione indicano che non c'è ancora una maggioranza a sostegno di una nuova impostazione. La questione verrà separata dal progetto ed esaminata a parte. Per la sorveglianza degli organi di revisione di emittenti stranieri si analizzerà la possibilità di un approccio differenziato per i differenti rischi che presentano i titoli di partecipazione e i prestiti. 


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 48 48, media@bj.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 30.01.2024

Inizio pagina

Abonnarsi ai comunicati

https://www.eschk.admin.ch/content/bj/it/home/aktuell/mm.msg-id-50668.html